Se le finestre potessero cantare

La composizione musicale. Per offrire ai ragazzi un veicolo delle loro percezioni e riflessioni accompagnandoli nel difficile periodo di detenzione e percorso rieducativo.

 

 

Il laboratorio sperimentale di composizione musicale ha come obiettivo quello di offrire ai ragazzi la musica quale veicolo delle loro percezioni e riflessioni accompagnandole positivamente nel difficile periodo di detenzione e percorso rieducativo.
I ragazzi si rendono cantautrici di un testo musicale dando loro tutti gli strumenti necessari per realizzare ciò.
Il laboratorio, guidato da un professionista in musica e compositore, si articola in tre fasi:
Fase 1: conoscenza della chitarra come strumento musicale.
Fase 2: elaborazione del testo e messa in musica dello stesso.
Fase 3: educazione alla musica ed alla musicalità diventando interpreti della canzone attraverso un ciclo di lezioni di canto basate sullo studio del diaframma e delle note.
Fase 4: registrazione in uno studio di incisione.

Il primo laboratorio si è svolto nei mesi di sett – ott 2011 presso l' IPM di Nisida.
La musica come strumento educativo ed espressivo delle proprie capacità ed emozioni ha caratterizzato l' esperienza. La prima esperienza ha coinvolto la sezione femminile dell' IPM di Nisida. Le ragazze sono state seguite e coordinate dalla cantautrice ed insegnante di canto napoletana Claudia Megrè, dall ufficio del garante dei diritti dei detenuti con la dott.ssa MariaTeresa Dolce e con la collaborazione degli educatori dell' Istituto.
Di seguito il testo ed il file audio della canzone composta dalle ragazze dal titolo "La finestra" .

QUANTI PENSIERI
VOLANO FUORI
DALLA FINESTRA
UNA FARFALA CHE SI E POSATA
E CHE MI GUARDA E VOLA VIA
ED IO SEDUTA CHE STO A GUARDARE
LA PROFONDITA' DEL MARE
NOSTALGIE RITROVATE
AMORI INCONTRI
MA INFONDO MAI INIZIATI

GUARDO FUORI GUARDO DENTRO
VOGLIO UNA VITA DI LIBERTA'
FAR VOLARE L' AQUILONE
SORVOLARE LA MIA CITTA'
RIABBRACCIARTI RIVEDERTI
PER POI PERDERMI NEGLI OCCHI TUOI
RACCONTARTI LA MIA STORIA
DIRTI QUELLO CHE SARA' DI NOI

AHCHE STANOTTE
IL TEMPO NON PASSA
ED IO GUARDO LE STELLE
MA C'E NE UNA CHE è LA PIù BELLA
E CHE MI TIENE COMPAGNIA
ED IO CHE SPERO DI CONTINUARE L' AMICIZIA CHE HO CON TE
DI CANCELLARE LE INGIUSTUIZIE SUBITE
ED INSIEME CAMMINARE
GUARDO FUORI GUARDO DENTRO
VOGLIO UNA VITA DI LIBERTA'
FAR VOLARE L' AQUILONE
SORVOLARE LA MIA CITTA'
RIABBRACCIARTI RIVEDERTI
PER POI PERDERMI NEGLI OCCHI TUOI
RACCONTARTI LA MIA STORIA
DIRTI QUELLO CHE SARA' DI NOI