Giustino Gatti

Carissima Alessandra,
è per me un vero onore e motivo di grande riconoscenza che in occasione della costituzione della fondazione intitolata alla tua Mamma abbia voluto coinvolgermi in questa iniziativa.
Sono rimasto molto toccato dalle parole che hai registrato nel corto "Storia criminale" di Aldo Zappalà, e sono sicuro che la scelta fatta, per ricordare il sacrificio della tua Mamma, sia stata la migliore, perché ne manterrà vivo il ricordo nel tempo per coloro che non essendo legati da vincoli di parentela o di amicizia, sarebbero portati a facili dimenticanze.
Certamente sarò con voi sabato mattina, ma ti chiedo scusa in anticipo se non potrò assistere allo spettacolo, in quanto il sabato io devo essere in tribunale, come gli altri giorni, per organizzare il lavoro della sezione Gip, che ora presiedo.
Ringrazio e saluto anche tuo fratello e tuo padre, col quale da tempo s'è creata una grande amicizia.
Che il Signore ti benedica e la tua Mamma ti protegga nello svolgimento di questa delicata funzione che hai voluto assumere.

Giustino Gatti